Rally Valle del Platani: si prepara un’edizione “doc”

A tre settimane dall’evento, previsto per sabato 26 e per domenica 27 marzo, aumenta sempre più la voglia di motori tra la gente di Sicilia. In particolar modo, l’attesa comincia a farsi spasmodica tra coloro i quali risiedono nei comuni a valle del fiume Platani e nel cosiddetto ‘Vallone’ nisseno, comprensorio abbastanza vasto, che abbraccia parte delle province di Agrigento, Caltanissetta e Palermo.

Il 1° Rally Valle del Platani bussa ormai alle porte e nessuno vuole farsi cogliere impreparato, soprattutto le locali amministrazioni provinciali e comunali che nella manifestazione intravedono una importante occasione di sviluppo turistico, sociale, culturale e gastronomico per l’intero territorio e di rilancio delle proprie quotazioni a livello di immagine, su scala regionale e nazionale.

Il 1° Rally Valle del Platani, autentica novità nel calendario automobilistico isolano approntato nel 2011 dalla Csai, si avvarrà sin da subito della formula nazionale, con validità per il campionato siciliano Aci Csai della specialità. Ad oliare con certosina pazienza la macchina organizzativa è il Team Palikè Palermo, con al timone gli esperti Annamaria Lanzarone, Nicola e Dario Cirrito, da oltre 30 anni al servizio delle corse in Sicilia. A collaborare fattivamente il sodalizio palermitano nell’impegnativa gestione tecnico-logistica della gara, saranno altresì la scuderia Gemini Corse San Giovanni Gemini (rappresentata dal pilota Nazareno Pellitteri), il Team Monti Sicani con base a Cammarata (coordinato invece dall’altro pilota locale Pasquale Daddi) e la neonata associazione “I Piloti del Vallone” Mussomeli (capitanata a sua volta dal veloce pilota Paolo Piparo). Ad offrire il proprio patrocinio alla competizione rallystica saranno ancora le Province regionali di Agrigento, Caltanissetta e Palermo e le Amministrazioni comunali di Cammarata, San Giovanni Gemini e Casteltermini (nell’Agrigentino), Mussomeli, Acquaviva Platani (in provincia di Caltanissetta) e Castronovo di Sicilia (in territorio di Palermo, sia pur quasi ai confini con la provincia di Agrigento).

“Che dire – esordisce Nicola Cirrito, “patron” del Team Paliké Palermo – crediamo di aver messo a punto una manifestazione in grado di coniugare, com’è oramai nostra consuetudine, l’aspetto prettamente sportivo ed agonistico con quello storico e culturale, legato alla conoscenza diretta dei luoghi che ospiteranno le varie sessioni del rally. Senza ovviamente tralasciare il discorso congiunto alla sicurezza in gara, per noi di fondamentale rilevanza”.

“Mi piace altresì porre in risalto – conclude Nicola Cirrito – l’impegno profuso in stretta sinergia dalle varie amministrazioni provinciali e comunali, nonché dalle associazioni di appassionati e di sportivi locali, le quali si stanno adoperando come non mai per un’ottimale riuscita della competizione. Ci auguriamo che il 1° Rally Valle del Platani possa divenire presto un punto di riferimento futuro per lo sport automobilistico siciliano”.
Nel frattempo fioccano già le prime importanti adesioni alla manifestazione. Sebbene manchi ancora la certezza assoluta, al Rally Valle del Platani dovrebbe schierarsi il velocissimo ed esperto palermitano (originario di Chiusa Sclafani) Totò Parisi, al debutto stagionale. Il portacolori della scuderia messinese New Turbomark, vincitore nel 2010 di due rally (il Valle del Sosio ed il Terre di Bacco, entrambi nel Palermitano, allora con al fianco Mario Tumminello), dovrebbe partecipare al volante di una Peugeot 207 Super 2000, coadiuvato dal palermitano ‘Pai’ Riggio. Stessa Peugeot 207 Super 2000 (ma assemblata dalla ennese Lb Tecnorally di Mario La Barbera, con le insegne, questa volta, della scuderia messinese Phoenix) per l’altro veloce nisseno (è nato a Mussomeli) Paolo Piparo, una vittoria solo “sfiorata”, lo scorso anno, nel Rally del Barocco Ibleo, a Ragusa. Piparo sarà coadiuvato a sua volta nella lettura delle note sulle strade di casa dal ligure (ma di origini nissene) Giuseppe Piazza. Al momento, i favoriti per la vittoria assoluta sembrano essere proprio Parisi e Piparo, ma è ovviamente sin troppo presto per cominciare a cimentarsi nei pronostici della vigilia.
Dovrebbero inoltre essere “della partita” tre Mitsubishi Lancer, affidate al mussomelese Pino Territo, al corleonese Antonio Di Lorenzo (per entrambi si tratta di una Evo IX) ed all’alcamese Mauro Cacioppo (che disporrà di una più recente Evo X). Il rally dovrebbe salutare inoltre il rientro del forte favarese Gabriele Morreale (Renault Clio Rs R3C) e del mussomelese Pino Mingoia (Renault Clio Super 1600). Le iscrizioni, già aperte da alcuni giorni, potranno comunque pervenire sul tavolo degli organizzatori sino a lunedì 21 marzo.

Il 1° Rally Valle del Platani si articolerà su otto complessive, impegnative, prove speciali, tutte su asfalto (due da ripetersi tre volte, una da coprirsi in due passaggi), dislocate tra i comuni di Cammarata, San Giovanni Gemini, Casteltermini, Mussomeli e Castronovo di Sicilia. Toccherà a San Giovanni Gemini ospitare, sabato 26 marzo alle 19.01, la partenza “scenografica” del rally, al via da Largo Nazareno. Subito dopo la passerella, vetture e piloti rimarranno “a riposo” in concomitanza con il parco chiuso notturno. Il 1° Rally Valle del Platani scatterà ufficialmente l’indomani, domenica 27 marzo, alle 8, questa volta dalla piazza principale di Castronovo di Sicilia, da dove i concorrenti muoveranno per affrontare la prima delle otto prove speciali previste, la “Cammarata” (pari a 9,20 km, tra le strade provinciali 48 e 26, che collegano i comuni di Castronovo di Sicilia e Cammarata). La “piesse”sarà ripetuta tre volte, alle 8.08, alle 12.08 ed alle 16.08. Gli altri tratti cronometrati comprendono la p.s. “Mussomeli” (misura 7,80 km e si snoda sulla strada provinciale 25, in contrada “Tumarrano”, prima di giungere alle porte del paese), pure essa teatro di tre passaggi delle vetture (alle 9.12, 13.12 ed alle 17.12) e la p.s. “Casteltermini” (la più breve, con i suoi 4,90 km, si svolge lungo la strada provinciale 22, con partenza dal bivio stazione di Campofranco, quasi a “lambire” la vicina provincia di Caltanissetta, non prima di aver attraversato, in trasferimento, il vicino comune di Acquaviva Platani), che si effettuerà invece per due volte (alle 10.54 ed alle 14.54).

Tre i riordini e due i parchi assistenza indicati sulla tabella di marcia ufficiale, tutti dislocati nell’ampio piazzale Mongibello, a Mussomeli. Lo stesso comune del Vallone nisseno ospiterà l’atto conclusivo del 1° Rally Valle del Platani, ossia l’arrivo per piloti e vetture, alle 17.45 di domenica 27 marzo, nella centralissima via Palermo. L’”Antica pasticceria Normanna”, sempre a Mussomeli, ma in piazza Castello, sarà teatro della premiazione conclusiva. Quasi 61 i chilometri di tratti a cronometro da coprire (60,8 per la precisione), a fronte di una percorrenza complessiva pari a 246,08 km. Le verifiche tecnico-sportive si svolgeranno sabato 26 marzo a Cammarata, nel tratto antistante il “Bar Sicilia”, all’altezza di via Cesare Battisti. Direzione gara e logistica saranno ancora ospiti a Villa Giatra Park, struttura ricettiva che fiancheggia la strada statale 189, Agrigento-Palermo. Ulteriori informazioni sul sito internet: www.palike.it .

Al fine di venire incontro alle esigenze dei tanti giovani di Mussomeli e del comprensorio del Platani intenzionati a prendere parte per la prima volta ad un rally, la neonata associazione “I Piloti del Vallone” di Mussomeli darà vita, sabato 5 marzo, ad un pratico corso gratuito per navigatori di rally. Le lezioni vedranno in veste di relatori Paolo Piparo e Biagio Mingoia (quali docenti piloti) e Carlo D’Agostino (nel ruolo di navigatore).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.