Viaggio nel Triassico dei Sicani

Domenica 10 giugno il Cea Sicani organizza una giornata all’insegna del ritorno al Triassico: la storia dei Sicani da 250 milioni di anni fa ai nostri giorni, in giro per le antiche contrade rurali bivonesi  tra i segreti delle rocce, delle sorgenti, del suolo e del bosco.Nel corso dell’escursione si visiterà l’importante geosito di Pizzo Mondello di grande rilevanza internazionale. D’obbligo la visita alla città di Bivona, sede del Parco dei Monti Sicani e alla Via dei Mulini.

 

Programma:

 

  • Ritrovo alle ore 9.00 a Bivona  nel parcheggio dell’autorifornimento (nei pressi della Caserma dei Carabinieri) e spostamento in auto  in C.da Cava.
  • Visita guidata al geosito di Pizzo Mondello, candidato a GSSP (Global Stratotype Section and Point),  sezione geologica di riferimento internazionale del limite tra due intervalli geologici del periodo triassico, la parte più antica dell’era mesozoica (successione retico-carnica dell’era triassica).
  • Spostamento in macchina verso C.da Pitrusedda e inizio del trekking escursionistico in località “Incenso”, alla scoperta delle più antiche leggende e tradizioni della Bivona rurale; si percorrerà l’intera contrada, lungo un sentiero sterrato, tra i pascoli e gli arbusteti, fino a raggiungere la base di Pizzo Scavarrante, in cui osserveremo il “vulcanello” con le sue emissioni sulfuree. L’area ha rilevanti qualità paesaggistiche che gli derivano dalla particolarità delle rocche, dalla morfologia ondulata delle colline argillose, dalla permanenza delle colture tradizionali, dai pascoli di altura, da antiche masserie e dai siti archeologici; infatti, lo studioso Cesare Sermenghi ha rinvenuto, lungo un altipiano posto a quota 708, verso la dorsale sud di Pizzo Scavarrante-Petrosella, una piccola necropoli ritenuta di epoca musulmana. Sono tante infine le leggende popolari che riguardano questa località e che ci riportano ad un passato in cui l’uomo viveva in maniera ancestralmente mistica il suo rapporto con il territorio.
  • Pranzo a sacco presso la Sorgente dell’”Incenso”.
  • Rientro in auto verso il paese di Bivona, sede del Parco dei Monti Sicani, e visita dei quartieri arabi e della Via dei Mulini.

 

 

Dati percorso escursionistico:

Lunghezza percorso: 8 km circa

Tempo di percorrenza: 4,5 ore circa (andamento turistico)

Difficoltà: medio-bassa

 

Contatti, informazioni e persone di riferimento:

Angela Cannizzaro 3387799188 [email protected]

 

Consigli:

Munirsi di abbigliamento adeguato (pantaloni lunghi, comodi e resistenti, giacchetta antivento e antipioggia) e di scarponi da trekking (il percorso escursionistico diventa pesante e fastidioso senza le scarpe adatte!), borraccia, cappello, macchina fotografica, binocolo,  repellente per insetti.

 

Come arrivare:

Da Palermo: dallo scorrimento veloce PA-AG, uscire a Lercara Friddi e proseguire sulla SS 118 per Bivona.

Da Agrigento:  dallo scorrimento veloce PA-AG, uscire a S. Giovanni Gemini e proseguire per S. Stefano Quisquina e poi Bivona.

 

Come aderire (entro sabato 9 giugno):

Telefonando  ai numeri: 0922.986255, 338.7799188

Mail: [email protected]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.