Prizzi, convegno su “Quali politiche per l’agricoltura, lo sviluppo rurale e la pesca mediterranea”

prizzipalazzoSabato 31 agosto ore 10.30 L’assessore alle Risorse Agricole e Alimentari, Dario Cartabellotta,  incontrerà gli Amministratori Locali, presso l’Aula Magna Istituto Tecnico per geometri, per affrontare, in vista della Programmazione 2014 – 2020, le politiche per l’agricoltura, lo sviluppo rurale e la pesca mediterranea.

Diversi i punti all’ordine del giorno e nello specifico la valorizzazione delle identità locali mediante il “Born in Sicily”, un progeto che guarda alle produzioni agricole che hanno le radici in Sicilia ed è volto alla tutela e salvaguardia delle migliori produzioni siciliane di qualità: vini, oli, frutta, ortaggi, formaggi, cereali e carni che sono ancorate ad una biodiversità differenziata e non omologata, che ne esalta le caratteristiche qualitative e coniuga la conservazione delle risorse genetiche e del germoplasma con la qualificazione delle imprese e dei prodotti per renderle riconoscibili e difenderle dalla concorrenza sleale di prodotti scadenti e dall’agropirateria. Concetto quest’ultimo che richiama la celebre frase di Gesualdo Bufalino “la Sicilia è una ma sono tante e non finiremo mai di contarle”.

Per questo aspetto verrà valutato inoltre come i territori, le imprese e le istituzioni potranno rafforzare la propria competività.

Si parlerà infatti del patto di filiera che non rappresenta altro che il forte legame tra la terra (agricoltore) e gli alimenti (agroindustria e GDO) attraverso un accordo promosso e vigilato dalla Regione al fine di rispettare prezzi e qualità dei prodotti agricoli e quindi il reddito degli agricoltori, anello più debole della filiera.

Altro tema che verrà affrontato riguarda l’Agricoltura Sociale, ovvero l’insieme di pratiche svolte su un territorio da aziende agricole, cooperative sociali e altre organizzazioni del Terzo Settore che coniugano l’utilizzo delle risorse agricole con le attività sociali finalizzate a generare benefici inclusivi, a favorire percorsi terapeutici, riabilitativi e di cura, a sostenere l’inserimento sociale e lavorativo delle fasce di popolazione svantaggiate e a rischio di marginalizzazione, e a favorire la coesione sociale, in modo sostanziale e continuativo.

Quarto argomento che verrà discusso riguarda invece la semplificazione amministrativa. Risulta infatti di fondamentale importanza una riorganizzazione della macchina burocratica: un amministrazione di servizio che possa cambiare le sorti dello sviluppo in Sicilia.

“E’ necessario che l’amministrazione si ponga all’effettivo servizio di agricoltori, pescatori, imprese e cittadini – afferma Dario Cartabellotta – che spesso sono oberati di adempimenti gravosi”.

Argomento su cui punterà i riflettori il Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, Gianpiero D’Alia, con il quale verranno affrontati e discussi alcuni capisaldi per la realizzazione dell’agenda digitale come: la trasparenza amministrativa, la digitalizzazione e la semplificazione delle pratiche amministrative, la sussidarietà digitale.

“In vista della Programmazione 2014-2020 l’Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari sta avviando un confronto con gli Amministratori Locali in materia di agricoltura, sviluppo rurale e pesca – afferma Dario Cartabellotta – al fine di intraprendere dei percorsi di aggregazione che abbiano come scopo il tentativo di promuovere e valorizzare tutti insieme le identità locali passando per una legislazione regionale e nazionale che accompagni l’utilizzazione delle risorse comunitarie”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.