I Mille presepi di Don Mario Cassata arciprete di Lercara Friddi

Padre Mario Cassata

di MARIO LIBERTO – Parlare di Padre Mario Cassata è difficile, perché, oltre ad essere un uomo consacrato a Dio, è anche un ottimo musicista, un mancato chef, un’artista della lavorazione del ricamo in oro, scrittore, creatore di tante piccole opere artistiche che abbelliscono il patrimonio della Chiesa Madre e di tante altri doni che solamente chi sta vicino a lui riesce ad apprezzare.

Si scopre oggi, ma si sapeva da tempo, un’altra sua grande passione: la raccolta di presepi di Natale. Una collezione che quest’anno ha superato il numero di mille, tutti gelosamente custoditi nella cripta della Chiesa Madre. A dare l’annuncio è lo stesso arciprete che da decenni raccoglie i presepi di tutto il mondo, l’ultimo arrivato proviene dalla Russia, una curiosa matrioska dove il “seme” è costituito dal bambinello Gesù.

La cripta della chiesa madre è un luogo che fino al secolo passato era adibito a cimitero e soltanto dal 1999, dopo una bonifica e una ristrutturazione, è stata adattata a diverse iniziative come mostre di oggetti sacri, incontri di preghiera, ed oggi anche come museo di presepi.
Un luogo pieno di fascino che tra le pietre nude ospita i mille presepi sapientemente dislocati nei posti più inaspettati. Presepi che non hanno un grande valore artistico, ma in quell’ambiente ambiente diventano preziosi. Padre Mario ricorda ancora il primo bambinello comprato a Palermo all’Apostolato liturgico, quello che gli ha fatto scaturire la passione della collezione.

Per l’arciprete Cassata l’obiettivo dell’esposizione: “è quello di ammorbidire il cuore di tanta gente che presa dallo scoraggiamento e dalla sofferenza della vita non riesce a trovare serenità, viceversa d’innanzi al presepe può trovare la pace desiderata. Inoltre, visitare i presepi della cripta è un esperienza unica che serve ad intenerire il cuore di tutti e lascia un segno di positività e di speranza nel cuore dei visitatori”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.