Lercara Friddi, riapre il nuovo museo dedicato a Frank Sinatra e agli emigrati d’America, il primo d’Europa. Lo hanno battezzato MV Museum.

di MARIO LIBERTO – La storia di Frank Sinatra inizia a Lercara Friddi. Ai primi anni del XIX secolo i Sinatra (Francesco Sinatra e Rosa Saglimbeni) si trasferiscono, prima a Palermo, dove è nato Antonio il papà di Frank, e successivamente negli Stati Uniti d’America.
Il re della canzone internazionale nasce nel misero sobborgo newyorkese di Hoboken. Dopo vari lavori generici, inizia come cronista sportivo e grazie all’ottimo timbro vocale e la passione per la musica, dopo aver vinto una selezione entra nell’orchestra di Tommy Dorsey e in seguito nella band di Harry James.
Soprannominato ´La voce´ (´The Voice´), è considerato la massima espressione della canzone americana di ogni tempo. I suoi dischi, distribuiti nel mondo intero, hanno raggiunto un record incredibile di vendite, ancora oggi imbattuto.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, dalla quale è esentato per la cicatrice sulla guancia e il timpano rotto, ottiene grande popolarità e diventa per antonomasia ´l’idolo delle folle´, specialmente per ragazze teenager. Nel periodo e subito dopo il termine del conflitto, si esibisce in radio con due programmi di successo: “Your Hit Parade” e “Songs by Sinatra”.

A Frank Sinatra i lercaresi nel 2015 hanno dedicato un museo. Per anni è stato ospitato da varie istituzioni, oggi finalmente ha trovato la sua giusta collocazione. Ne sono convinti tutti i lercaresi che in gran massa sono stati presenti all’inaugurazione, ma ci ha creduto anche l’Amministrazione comunale che ha voluto concedere a titolo gratuito la nuova sede.
La giornata è stata dedicata interamente al “The Voice”. Nella mattinata si è svolto un convegno presso l’auditorium dell’Istituto Superiore “M. Picone” di Lercara Friddi con ospite d’eccezione il professore Francesco Meli, biografo ufficiale di Frank Sinatra italiano.
Nel pomeriggio alla presenza del sindaco Luciano Marino, dell’arciprete Mario Cassata, dai componenti dell’associazione dell’evento “Life & Art Promotion” (Marianna Giangrasso, Gianfilippo Geraci, Antonio Licata), il prof Francesco Meli e Irene Soggia, che nel 2015 ha donato la sua collezione privata con oltre 300 dischi, foto e articoli che fanno parte della collezione; all’evento ha partecipato anche Giuliano Fournier, giornalista e amico di Sinatra che ha portato una giacca appartenuta a Sinatra.
L’appuntamento per tutti è a metà luglio per l’XI edizione del “My Way Festival”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.